BARATTO AMMINISTRATIVO

L’ Amministrazione Comunale informa la cittadinanza che il Consiglio comunale, con delibera di CC n. 37 del 20/09/2017 ha approvato il regolamento sul BARATTO AMMINISTRATIVO.

In esecuzione di detta delibera, l’Amministrazione Comunale intende procedere alla selezione dei soggetti che presentino istanza secondo le seguenti indicazioni entro la data del 28/02/2018

BENEFICIARI
Sono ammessi al bando “Baratto Amministrativo” i singoli cittadini residenti di cui all’art. 4 del Regolamento del Baratto Amministrativo.

REQUISITI DEI PROPONENTI
Possono partecipare alla selezione i cittadini in possesso dei seguenti requisiti:
Essere residenti nel Comune di Verolavecchia;
Età non inferiore ad anni 18 (diciotto) e non superiore ad anni 75;
Idoneità psico-fisica in relazione alle caratteristiche dell’attività o del servizio da svolgersi;
Attestazione ISEE;

CONTENUTI DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE PER PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI RIQUALIFICAZIONE DEL TERRITORIO COMUNALE SU ISTANZA DI CITTADINI SINGOLI
Il proponente, entro il termine del 28 febbraio 2018, può presentare presso l’ufficio protocollo comunale Piazza Giuseppe Verdi n. 7 – 25029 Verolavecchia (BS) domanda di partecipazione all’iniziativa del Comune, che dovrà contenere i seguenti elementi:
Generalità completa del proponente;
Possesso dei requisiti richiesti dall’avviso pubblico;
Progetto a cui si intende aderire a propria cura ed uso e realizzare nell’ambito delle tipologie di intervento di cui alla successiva lettera F;
Eventuale attrezzatura che si intende mettere a disposizione per la realizzazione degli interventi proposti;
Disponibilità in termini di tempo.
Costituiscono casi di esclusione la presentazione delle domande pervenute oltre il termine previsto, e le domande non sottoscritte dai proponenti.

VALUTAZIONE DEL PROGETTO PRESENTATO SECONDO CRITERI DI AMMISSIBILITA' TECNICO CONTABILE
La proposta di collaborazione sarà sottoposta alla valutazione dell’apposita commissione per una valutazione tecnica e contabile in relazione alle linee di programmazione dell'attività dell'Ente; la proposta sarà successivamente verificata dalla Giunta, che definirà, a seguito di relazione dettagliata degli uffici, la tipologia, l'entità e le condizioni per l'applicazione delle agevolazioni tributarie nei casi rientranti nelle previsioni di cui all'art. 24 legge n. 164/2014 e all’art. 190 D.Lgs. 50/2016. In caso di esito favorevole dell'istruttoria, l'iter amministrativo si concluderà con la sottoscrizione del patto di collaborazione (accettazione da parte del destinatario del contenuto della comunicazione di cui all’art. 6, commi 3 e 4, del regolamento), che rientrerà tra le competenze gestionali del responsabile del Servizio interessato all'intervento. I patti di collaborazione sottoscritti saranno pubblicati sul sito comunale.

LIMITI ECONOMICI DELLE AGEVOLAZIONI AI SENSI DELL'ART. 24 L. 164/14 PER I PROGETTI PRESENTATI SU ISTANZA DI CITTADINI
Il valore economico del progetto proposto da un singolo cittadino (a valere per tutto il nucleo familiare), è fissato in un massimo di euro 320,00 (trecentoventi euro): la somma complessiva che viene messa a disposizione per le agevolazioni di cui all'art. 24 legge n. 164/2014 e all’art. 190 D.Lgs. 50/2016 per i progetti presentati è pari ad euro 3.200,00 (tremiladuecento euro) per l'esercizio 2018. Le agevolazioni, che potranno essere concesse a seguito di rendicontazione dei progetti effettuati, si riferiranno alla TARI 2018 e alle spese extratributarie 2018
Tutte le attività effettuate saranno supervisionare da un tutor dipendente comunale e verranno rendicontate ai fini della quantificazione delle agevolazioni da concedere: tutte le relazioni di rendicontazione verranno pubblicate sul sito comunale.

OGGETTO DEGLI INTERVENTI PRESENTATI DAI CITTADINI
Gli interventi dei cittadini attivi avranno carattere occasionale e non continuativo, e saranno finalizzati alla cura o alla gestione condivisa di aree ed immobili pubblici.
Manutenzione, sfalcio e pulizia delle aree verdi, parchi pubblici e aiuole;
Sfalcio e pulizia dei cigli delle strade comunali, comprese strade sterrate e sentieri;
Pulizia delle strade, piazze, marciapiedi, svuotamento cestini comunali;
Operazioni di chiusura ed apertura delle piazze e delle strade in occasione delle manifestazioni;
Pulizia dei locali di proprietà comunale accessibili al pubblico;
Lavori di piccola manutenzione dei beni demaniali e patrimoniali del Comune.

ADESIONE A PROGETTI ELABORATI DAGLI UFFICI COMUNALI
I beneficiari di cui all'articolo 4 del regolamento citato dovranno aderire entro il termine del 28 febbraio 2018, ai progetti di riqualificazione e manutenzione dei beni pubblici

LIMITI ECONOMICI DELLE AGEVOLAZIONI AI SENSI DELL'ART. 24 LEGGE N. 164/2014 E DELL’ART. 190 D.LGS. 50/2016 PER ADESIONE A PROGETTI ELABORATI DAGLI UFFICI COMUNALI
Per i progetti presentati dall'Amministrazione Comunale il valore massimo è stabilito in euro 3.200,00 (tremiladuecento euro), somma complessiva che viene messa a disposizione per le agevolazioni di cui all'art. 24 legge n. 164/2014 e all’art. 190 D.Lgs. 50/2016 per l'esercizio 2018. Il limite individuale annuo massimo di agevolazioni tributarie riconoscibili per contribuente che realizza il baratto amministrativo è fissato in € 320,00 (trecentoventi euro), a valere per tutto il nucleo familiare.
Ai fini della concessione delle agevolazioni viene riconosciuto il valore di euro 9,54 all’ora (nove euro/54). Le agevolazioni, che potranno essere concesse a seguito di rendicontazione dei progetti effettuati, si riferiranno alla TARI 2018 e alle spese extratributarie 2018.

Nel caso in cui l’importo delle agevolazioni riconoscibili in base ai progetti d’intervento presentati fosse superiore all’importo annuo messo a disposizione per il “baratto amministrativo” nell’ambito degli strumenti di programmazione, la Commissione, ai sensi dell’art. 5 del regolamento, provvederà anche a pesare i singoli progetti.

ASSICURAZIONE – MATERIALI DI CONSUMO – DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE E PREVENZIONE RISCHI
Il Comune assicura con polizza per la responsabilità civile verso terzi i cittadini che svolgono gli interventi previsti dal baratto amministrativo, e con polizza per gli infortuni che gli stessi dovessero subire durante lo svolgimento delle attività.
Il Comune, nel caso in cui il progetto lo preveda, mette a disposizione del cittadino strumenti e materiali utili allo svolgimento dell’attività di cui al presente regolamento; le attrezzature sono consegnate dal Servizio lavori pubblici in comodato d’uso e devono essere restituite in buono stato al termine del progetto.
Il Servizio lavori pubblici fornisce ai destinatari del “baratto amministrativo” impiegati nelle attività di cui al presente regolamento apposito cartellino ed eventuale gilet identificativi; i soggetti coinvolti nelle attività dovranno, invece, autonomamente dotarsi di scarpe antinfortunistiche.
L’attività svolta nell’ambito del servizio civico di riqualificazione dei beni pubblici non determina in alcun modo l’instaurazione di un rapporto di lavoro di alcuna tipologia con il Comune di Verolavecchia.

ELENCO DEI PROGETTI a cui il cittadino può aderire
Progetto SALE COMUNALI PULITE
Progetto VEROLAVECCHIA IN FESTA
Progetto STRADE ed AREE VERDI PULITE VEROLAVECCHIA
Progetto SPIAGGIA E AREA VERDE PULITA MONTICELLI D’OGLIO

Per ogni eventuale informazione è possibile rivolgersi a:
Servizio Tributi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Servizi Sociali Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
durante l'orario di apertura al pubblico o telefonando al n. 030 9360407
Il responsabile del servizio è il sig. Giandomenico Minini.

Abbiamo fortemente voluto attuare questa possibilità perché crediamo nella collaborazione tra comune e cittadini, perché vogliamo trasformare un momento di difficoltà in un piccolo aiuto sia per i cittadini ma anche per tutta la collettività, perché un paese più bello e pulito è un vantaggio per tutti. Inoltre questa misura ci permetterà di differenziare e aiutare chi ha difficoltà nel pagamento dei tributi per una effettiva contingenza da coloro che invece le  evadono per stile di vita producendo un danno a tutti gli altri cittadini”.

IL SINDACO

Dott.ssa Laura Alghisi

 

 

Il sito del Comune di Verolavecchia utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy.